Regione. Disposizioni urgenti in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica a seguito dell'emergenza epidemiologica da Covid-19

Coronavirus 30/05/2020  - 57 letture

Regione. Disposizioni urgenti in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica a seguito dell'emergenza epidemiologica da Covid-19

Per assicurare una corretta gestione dei rifiuti urbani, in questo periodo di emergenza l'Istituto Superiore di Sanità ha realizzato una guida su come gestire tali rifiuti definendo semplici regole, per chi è in isolamento domiciliare perché risultato positivo al coronavirus o per chi è in quarantena obbligatoria. In questi casi, i rifiuti non devono essere differenziati, ma vanno buttati tutti insieme e chiusi in due o tre sacchetti resistenti (uno dentro l’altro) nel contenitore dei rifiuti indifferenziati. Se invece non si è positivi o in quarantena, la raccolta differenziata continua come sempre, usando l’accortezza di smaltire i fazzoletti di carta, le mascherine e i guanti usa e getta (di qualsiasi materiale) nella raccolta indifferenziata, chiudendo il tutto in due o tre sacchetti resistenti (uno dentro l’altro).

Il Presidente Fontana, al fine di garantire una corretta gestione dei rifiuti, dal servizio di raccolta fino al recupero e smaltimento finale, in questa situazione emergenziale connessa al COVID 19, in data 1° aprile 2020 ha sottoscritto l’ordinanza contingibile e urgente n. 520, ai sensi dell’art. 191 d.lgs 152/2006, che ha individuato forme straordinarie, temporanee e speciali di gestione dei rifiuti anche in deroga alle disposizioni vigenti, che interessano tutto il territorio regionale.

L’ordinanza, che avrà validità fino al 31 agosto 2020, individua modalità straordinarie e in deroga alla normativa vigente in tema di raccolta rifiuti, potenzialità di stoccaggio e trattamento degli impianti recupero e smaltimento rifiuti e fornisce indicazioni circa le modalità di spazzamento strade.

Tre le indicazioni fornite ai comuni vi sono quelle che riguardano la classificazione, la raccolta e la gestione dei rifiuti prodotti sia dai soggetti positivi, in isolamento o in quarantena obbligatoria da COVID-19, sia per i rifiuti prodotti da utenze domestiche in cui non sono presenti soggetti positivi o in isolamento, nel rispetto delle indicazioni fornite dall’Istituto Superiore di Sanità.

In data 29 maggio 2020 il Presidente Fontana ha sottoscritto l’ordinanza n. 554 emessa ai sensi dell’art. 191 d.lgs 152/2006, che parzialmente modifica l’ordinanza n 520 del 1° aprile 2020.

L’ordinanza è stata redatta nel rispetto del rapporto ISS COVID 19 n. 26/2020 del 18 maggio 2020 e le modifiche apportate all’ordinanza  n. 520 del 1° aprile 2020 sono la conseguenza dell’avvio delle attività economiche, così come stabilito dalle disposizioni nazionali e regionali di riferimento e degli esiti del monitoraggio dei flussi di rifiuti conferiti negli impianti di incenerimento lombardi.

Allegati

FileTipo e dimensioneUltima modifica
 ordinanza_554pdf - 119,17 kb30/05/2020 07:37:33
Condividi

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies