Regione: contributi per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati; integrazione risorse

Territorio 28/12/2021  - 30 letture

Regione Lombardia, per il tramite dei Comuni, eroga contributi ai soggetti privati in condizioni di svantaggio che intendano eliminare le barriere architettoniche all'interno della propria abitazione di residenza (legge 9 gennaio 1989 n. 13 e legge regionale 20 febbraio 1989, n.6).

Beneficiari

Possono accedere al contributo:

  • i cittadini diversamente abili o i condomini ove gli stessi risiedano;
  • le persone con disabilità che hanno la residenza o l’abituale e stabile dimora presso i centri o gli istituti residenziali pubblici o privati per l’assistenza dei disabili;
  • i beneficiari del contributo possono essere anche altri soggetti che dovranno sottoscrivere la domanda (es: proprietario di immobile ove risiede il diversamente abile, famigliari, ecc).

Domande finanziabili

Situazione di "svantaggio" certificate da apposita documentazione medica: è possibile richiedere un contributo per opere interne all’alloggio e un contributo per opere esterne e per il posizionamento di meccanismi di sollevamento.

Non sono finanziabili le richieste di “migliorie” ma solo gli adeguamenti per il superamento delle barriere architettoniche e le richieste di ampliamento che comportano aumento di volumetria e interventi di manutenzione.

Presentazione delle domande

I cittadini possono presentare al proprio comune di residenza la domanda di contributo entro il 1° marzo di ogni anno affinché questa rientri nella dotazione finanziaria dell'anno di riferimento.

Liquidazione delle domande di contributo

Le risorse sono garantite dal Ministero delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili. La liquidazione delle risorse ai cittadini richiedenti è gestita direttamente dai Comuni interessati. Con deliberazione n.5690 del 15 dicembre 2021, la Direzione Casa e Housing Sociale di
Regione Lombardia ha messo a disposizione oltre 17 milioni di euro per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, di cui:

  • euro 16.382.095 per il 2021;
  • euro 998.612 per il 2022.

I fondi saranno ripartiti e trasferiti ai Comuni i quali hanno la competenza della liquidazione delle risorse ai cittadini che hanno presentato domanda di rimborso.

La liquidazione potrà essere effettuata solo dopo la verifica dei requisiti di ammissibilità.

Per informazioni

Direzione Generale Casa e Housing Sociale. Per quesiti e informazioni scrivere a: infobarch@regione.lombardia.it .

Servizio di newsletter

Vuoi essere regolarmente informato sulle attività amministrative?
Iscrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere sempre informato sulle notizie ed eventi...

Premendo il pulsante "Iscrivimi" sarai indirizzato ad una pagina per confermare il trattamento dei dati personali.

Iscrivimi

Valuta questo sito