Il sindaco: una riflessione sulla tutela del nostro paesaggio

Segreteria 11/02/2020  - 140 letture

Il sindaco: una riflessione sulla tutela del nostro paesaggio

A seguito degli intensi fenomeni meteorologici della scorsa estate gran parte del nostro territorio è stato interessato dalla caduta di numerosi alberi, soprattutto di grandi dimensioni, che hanno creato un vuoto molto evidente nella Nostra campagna. In merito, però, il fenomeno più devastante è sicuramente l'azione dell'uomo, che negli ultimi anni ha dato il meglio di sè per far si che il Nostro territorio cambiasse radicalmente: sempre meno alberi ed arbusti. Sta così scomparendo quella che era definita la "foresta orizzontale" riserva di ossigeno, presidio della biodiversità, rifugio per la fauna, difesa contro l'erosione ed il dissesto idrogeologico oltre che caratterizzante elemento di forte valore estetico.

Se ci concedessimo il tempo di soffermarci per guardarci attorno ci accorgeremmo dell'importante, quanto silente, fenomeno di incontrollato "disboscamento": paradossalmente potremmo dire che, quasi quasi, da Salvirola si può vedere cosa succede in piazza ad Izano o fotografare Cascina Todeschino dal proprio balcone. Non so avanti di questo passo dove andremo e soprattutto quale futuro daremo ai nostri figli.

Non è mia intenzione farne una questione politica poiché la tutela del paesaggio e del territorio è un bene di tutti e, quindi, è responsabilità di ognuno partecipare e collaborare per garantirla e dare a noi stessi e alle generazioni a venire un territorio preservato, curato e se possibile arricchito che migliori la Nostra qualità della vita.

Ci sono inoltre a supporto di tale obiettivo delle regole che vanno oltre al buon senso ed alla sensibilità personale, mi riferisco ad un preciso articolo: il n. 32 del PGT (Piano di Governo del Territorio), approvato dal Consiglio Comunale nel 2011 e finora disatteso dai più, si spera per mancanza di informazione e non in barba ai diritti, ai doveri e alle Istituzioni. Tale articolo, che per completezza riporto integralmente sul retro, nei punti 32.03 e 32.04 è molto chiaro e non dà adito ad interpretazioni.

L'Amministrazione Comunale attraverso un'accurata ricerca procederà ora alla comparazione di mappe aereo fotogrammetriche del territorio per individuare le aree dove sono avvenuti i tagli e le estirpazioni. I proprietari dei terreni interessati dal non rispetto dei succitati articoli saranno quindi invitati bonariamente al ripristino dei luoghi e, qualora non adempissero nei tempi richiesti, poiché la mancata attuazione presuppone l'attivazione della procedura di "abuso edilizio", si procederà ad emettere sanzione e, come previsto dalla Legge, a darne comunicazione alla Procura della Repubblica.

Anche i giardini delle nostre abitazioni sono stati fortemente interessati da numerosi abbattimenti di alberi, alcuni dovuti al già richiamato forte maltempo dello scorso agosto ed altri effettuati dai proprietari in seguito alla paura derivatane che ha portato, nell'immediato, ad una comprensibilissima reazione di eccesso dì sicurezza a salvaguardia di futuri analoghi fenomeni.

L'invito dell'Amministrazione agli stessi proprietari dei giardini, benché in questo caso non soggetti ad alcun obbligo di legge, è però di ripiantare appena possibile ciò che è stato divelto o tagliato, rispettando le prescritte distanze dai confini, perché sarebbe un importante gesto e contributo dato da ognuno alla ricostituzione del patrimonio arboreo che è fonte di comune beneficio.

L'Amministrazione, da parte sua, sta valutando la piantumazione di alcune aree pubbliche e ne darà attuazione nel proprio mandato.

Confido nel Vs buon senso, nella sensibilità e nella partecipazione per un tema molto attuale che coinvolge tutti noi e che avrà ripercussioni vitali sul nostro futuro: l'AMBIENTE.

Grazie per la collaborazione.

Il sindaco Nicola Marani.

Allegati

FileTipo e dimensioneUltima modifica
 comunicazione-sulla-tutela-del-paesaggiopdf - 651,29 kb11/02/2020 10:43:33
Condividi

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies